nuova opportunità
 
vincere al lotto
 
  Home
  => AQUILONI A PASSO 30
  => ambo secco
  => armonia triplare 1 parte
  => armonia triplare 2 parte
  => l'estratto mensile
  => I misteri del lotto svelati
  => Fedele Davenal:l'ambo costante
  => I figure
  => I figure 2 parte
  => Il medio triplare
  => il gioco delle ambate
  Contatti
  Guestbook
Home


previsione gratuita x il gioco del lotto:
http://lottointellegente.blogspot.com


Il lotto può essere analizzato con la teoria della probabilità.

Le estrazioni del lotto sono eventi indipendenti l'uno dall'altro, tecnicamente vengono definiti eventi senza memoria. Ciò significa che non vi è alcuna correlazione tra una estrazione e la successiva.

Ciò porta ad una conclusione che non lascia adito a fraintendimenti: non esiste alcun metodo matematico che possa predire le successive estrazioni.

Esiste tuttavia una pseudoteoria sui numeri ritardatari, che cerca appoggio Il problema fondamentale è che tale teorema fa esplicitamente riferimento all'operazione di limite, ovvero ad un numero infinito di estrazioni ed il tentativo di estrapolare dell'informazione basandosi su un numero finito di estrazioni è privo di fondamento matematico.

L'errore fondamentale dei "ritardisti" è di confondere l'analisi a priori con quella a posteriori.

Supponiamo di effettuare 100 lanci di una moneta. Normalmente ci attendiamo circa 50 testa e circa 50 croce (analisi a priori). Ora supponiamo di fermarci al lancio 40. Se io non fornisco alcuna informazione su quanto è accaduto nei lanci precedenti, normalmente una persona si aspetta di ottenere 30 testa e 30 croce nei 60 lanci mancanti (analisi a priori). Se però ora io dico che in realtà nei 40 lanci precedenti ho avuto 40 testa, un "ritardista" dirà che allora, per riequilibrare le cose, qualche strana forza imporrà alla moneta di uscire con maggiore probabilità con croce. E questa è una analisi a posteriori, che tenta di aggiustare le cose in modo tale da far risultare corretta la prima analisi a priori (50 e 50). Una tipica obiezione a questo argomento è che bisogna fornire tutta l'informazione su cosa sia accaduto prima. Qualcuno potrebbe affermare che prima dei 100 lanci ce ne furono altri 1000 ottenendo 900 testa. E alla nuova conseguente previsione altri potrebbero nuovamente obiettare che prima dei 1100 lanci ce ne furono altri 10000 ottenendo 9000 croci, cambiando nuovamente le carte in tavola. Tale scenario presenta pertanto un assurdo balletto di previsioni nel tentativo di bilanciare testa e croce.

Un altro modo proposto per dimostrare che tale teoria è sbagliata è di analizzare cosa accade se io faccio 4 lanci di una moneta. Le possibili successioni di risultati sono le seguenti: TTTT, TTTC, TTCT, TTCC, TCTT, TCTC, TCCT, TCCC, CCCC. Supponiamo che i primi 2 risultati siano testa (TT). Le successioni valide rimangono: TTTT, TTTC, TTCT, TTCC. Osserviamo attentamente le ultime due successioni (senza TT iniziale): TT, TC, CT, CC. Come si può notare, le possibili ultime 2 successioni sono identiche alle possibili successioni che si avrebbero lanciando solamente 2 volte una moneta, e questo indipendentemente da ciò che è accaduto prima (non si può cambiare il passato e il passato non può influenzare il futuro). Ciò è dovuto proprio al fatto che il lancio di una moneta come le estrazioni del lotto sono eventi privi di memoria.

Questi esempi sono stati fatti con il lancio di una moneta per semplificare la spiegazione, ma possono essere riportati senza problemi nel dominio del lotto.

 Teoria dei numeri ritardatari

Come detto, su una data ruota, in ogni estrazione, ogni numero ha sempre la stessa probabilità di uscire, pari a 5 su 90 (ovvero 1/18), essendo 5 i numeri estratti e 90 i numeri contenuti nell'urna. Sulla base di tale premessa, si dovrebbe concludere che giocare sui ritardatari sia privo di senso: il fatto che un numero non sia uscito per molte estrazioni precedenti non aumenta in nessun modo la probabilità che venga estratto alla successiva estrazione, rimanendo essa sempre pari a 1/18. I detrattori della teoria dei ritardatari sottolineano, quindi, che nessuno è in grado di prevedere dei numeri con certezza e che la cronaca spesso ha riportato storie di persone che hanno accumulato ingenti debiti giocando sui ritardatari, talvolta giungendo fino all'esito più drammatico del suicidio

Gli appassionati al gioco sui numeri "ritardatari" si basano però sui precedenti della storia del lotto. La probabilità che un dato numero (che ha probabilità 1/18 pari al 6% di essere estratto) esca almeno una volta nell'arco di 18 estrazioni è del 64%. La serie storica dice che un ritardo medio-massimo per un estratto arriva alle 90 estrazioni, raramente oltre le 140 estrazioni, dieci volte soltanto ha superato le 180 e di queste solo due volte ha superato le 200 nei 135 anni di storia del lotto moderno (dal 1871 ad oggi un numero è uscito con un ritardo di 201 estrazioni il 23/8/1941 e un altro con un ritardo di 203 il 1/4/2006).

Si fa anche notare che ci sono diverse modalità nella progressione delle puntate e che esistono tecniche assai meno sconsiderate di quelle perseguite da persone che "si sono rovinate al gioco". Non è detto, infatti, che si debba raddoppiare la posta ad ogni giocata - come molti fanno - per "coprire" con la vincita attesa le somme già investite, ed inoltre il giocatore abituale prudente inizia sempre giocando somme modeste e procede secondo una progressione lenta: in sostanza, vince poco ma rischia altrettanto poco.

È necessario comunque mettere in evidenza che, indipendentemente da quale strategia venga adottata, la probabilità di andare in perdita aumenta esponenzialmente in funzione delle giocate effettuate: la stragrande maggioranza dei giocatori è destinata ad andare in perdita ed è su questo presupposto che si basano tutti coloro che propongono dei giochi d'azzardo (qualsiasi società pubblica o privata che lo organizzi). In altri termini, per ogni singolo turno d'estrazione, il monte complessivo delle puntate è di norma superiore alle vincite pagate: come si dice, "il banco vince sempre".

I numeri più ritardatari

La classifica dei dieci numeri più ritardatari
nella storia del Lotto
dal 1871 ad oggi.

Numero

Ruota

Estrazioni attese

Data di uscita

34

Cagliari

203

1-4-2006

8

Roma

201

23-8-1941

55

Bari

196

12-3-1960

82

Bari

193

27-11-1943

67

Venezia

191

18-10-1924

71

Cagliari

191

26-6-1971

47

Bari

189

13-11-1917

28

Bari

187

26-7-1902

53

Venezia

182

9-2-2005

11

Torino

181

4-4-1931

Da questo elenco si nota come nella storia del Lotto, dal 1871 ad oggi, nessun numero abbia mai superato la soglia delle 203 estrazioni di ritardo, primato che appartiene al numero 34 sulla ruota di Cagliari, il quale ad aprile 2006 ha battuto il longevo record che apparteneva dal 1941 al numero 8 sulla ruota di Roma. La probabilità che un numero abbia un ritardo di 203 estrazioni è pari a 1 su 103363, evento comunque 425 volte più probabile che indovinare una cinquina. Il ritardo medio-massimo per un estratto arriva alle 90 estrazioni, raramente oltre le 140 estrazioni e quasi mai oltre le 200.

Negli anni più recenti ci sono stati ben due "casi", come la classifica sopra riportata evidenzia: il 53 sulla ruota di Venezia, uscito nel febbraio 2005 dopo 182 turni (non un primato assoluto, ma si è conquistato l'attenzione dei media), e addirittura il record assoluto del già menzionato 34 sulla ruota di Cagliari: ogni volta che si registrano ritardi così significativi, invariabilmente, il lotto diventa un vero fenomeno di costume, capace di catalizzare mass media ed opinione pubblica, aumenti delle giocate (le cui tasse vanno ad arricchire le entrate fiscali), e spesso anche episodi da cronaca nera (suicidi, usura, truffe, fughe, ecc.).

Secondo la statistica relativa agli ambi ritardatari, il capolista assoluto fra questi è l'ambo 17-56 sulla ruota di Bari, mai estratto dall'introduzione del lotto a 10 ruote e comunque mancante dal 28 luglio 1923 con un ritardo che ad agosto 2008 supera le 5200 estrazioni

 
   
Pubblicitá  
   
 
   
 
   
 
   
 
 
Ricerca personalizzata
 
=> Vuoi anche tu una pagina web gratis? Clicca qui! <=